Disposizioni Generali

Documentazione pubblicata secondo quanto disposto dagli artt. 10, 12 e 34 del d.lgs. n. 33/2013 ‘Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusioni di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni’.


Piano triennale per la prevenzione della corruzione

Di seguito sono pubblicati i Piani Triennali di Prevenzione della Corruzione adottati da AnciLab.

Il Piano triennale è inserito nel Modello 231/2001 adottato da AnciLab.

Piano triennale per la prevenzione della corruzione e della trasparenza


Modello di organizzazione gestione e controllo (d.lgs. 231/2001)

AnciLab  applica il Modello di organizzazione, gestione e controllo (d.lgs 231/2001) dall’anno 2010.

Premesse

Parte Generale Codice etico Sanzioni Organo Controllo

Parte Speciale A – Reati PA

Parte Speciale B – Reati societari

Parte Speciale C – Delitti informatici

Parte Speciale D – Reati ambientali

Parte Speciale E – Reati inerenti la privacy

Parte Speciale F – Reati di falsità, certificazione, autenticazione

Processo Informatico privacy


Atti generali

Statuto AnciLab 2019

Iscrizione all’Anagrafe Unica delle Stazioni Appaltanti (AUSA)

Regolamento assunzioni

Regolamento acquisti beni e servizi

Regolamento economato

Regolamento albo fornitori

Allegato 1: elenco categorie

Allegato 2: domanda elenco fornitori

Regolament controllo analogo

Controllo analogo: sistema di gestione

Controllo analogo: procedura affidamento diretto secondo il modello in house di progetti e servizi da parte di Anci Lombardia ad AnciLab Srl

Criteri di riferimento per la richiesta di anticipazione del trattamento di fine rapporto

Regole per la gestione delle autorizzazioni e dei rimborsi delle spese di trasferta per il personale AnciLab

D.Lgs 81/2008 Tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro

Protocollo di sicurezza anticontagio Covid-19 per il personale dipendente e Amministratore Unico di AnciLab

Linee guida in materia di smart working in relazione all’emergenza epidemiologica da Covid-19 per il personale di AnciLab


Accreditamenti e certificazioni

Accreditamento degli Operatori per i servizi al lavoro Regione Lombardia id 278532/2012

Accreditamento degli operatori per i servizi di istruzione e formazione professionale Regione Lombardia sez B id 278532/2008

Certificato di conformità alla norma ISO 9001:2015, anno 2021


Atti d’indirizzo

“AnciLab s.r.l. entro il 30 novembre di ogni anno consegna all’Ufficio di Presidenza di ANCI Lombardia: a) indirizzi generali programmatici e strategici che AnciLab s.r.l. intende perseguire nell’anno successivo” (Art. 4  comma 1 Regolamento per la disciplina del controllo analogo di Anci Lombardia su AnciLab srl).

“L’Assemblea Regionale in seduta ordinaria di ANCI Lombardia, su proposta dell’Ufficio di Presidenza, per il conseguimento dei fini di cui ai precedenti artt. 1 e 2, di norma entro il 31 dicembre di ogni anno, approva un Piano degli obiettivi con il quale definisce gli obiettivi programmatici, gli indirizzi sull’adeguatezza dell’assetto organizzativo e le strategie gestionali che AnciLab s.r.l., nel rispetto dei principi di autonomia decisionale e di sana, efficace, efficiente ed economica gestione, deve attuare nell’anno successivo per il perseguimento delle effettive e concrete esigenze di servizi manifestate dai Comuni aderenti ad ANCI Lombardia” (Art. 3  comma 1 Regolamento per la disciplina del controllo analogo di Anci Lombardia su AnciLab srl).

Indirizzi generali programmatici e strategici per l’anno 2021 per AnciLab

Indirizzi generali programmatici e strategici per l’anno 2020 per AnciLab

Indirizzi generali programmatici e strategici per l’anno 2019 per AnciLab

Indirizzi generali programmatici e strategici per l’anno 2018 per AnciLab


Burocrazia zero

Sotto sezione non applicabile e/o non pertinente a AnciLab.


OBBLIGO FATTURAZIONE ELETTRONICA DAL 01/01/2019

Dal 01/01/2019 entra in vigore l’obbligo della fatturazione elettronica per le cessioni di beni e le prestazioni di servizio.
A questo proposito, con la presente comunichiamo i nostri dati:

  • CODICE IDENTIFICATIVO: M5UXCR1 
  • RAGIONE SOCIALE: ANCILAB S.R.L.
  • PARTITA IVA E CODICE FISCALE: 12790690155

I soggetti obbligati, pertanto, dovranno emettere le fatture elettroniche a noi indirizzate utilizzando esclusivamente il sistema di interscambio (SDI) secondo il formato previsto per legge.
Si prega di non inviare fatture tramite PEC.

Per qualsiasi ulteriore informazione si può contattare direttamente il nostro Ufficio Amministrativo, inviando una mail all’indirizzo: amministrazione@ancilab.it .


APPLICAZIONE SPLIT PAYMENT

L’articolo 3 del D.L. 16 ottobre 2017, n. 148 convertito, con modificazioni, dalla L. 4 dicembre 2017, n. 172, ha ampliato la platea di soggetti per i quali trova applicazione il sistema di liquidazione dell’IVA denominato “split payment” includendo, con decorrenza 01/01/2018, anche AnciLab srl.

Tale sistema prevede che AnciLab, in qualità di cessionario o committente di un’operazione soggetta ad IVA, sia tenuto a versare direttamente all’Erario l’imposta gravante sull’acquisto di beni effettuato o sulla prestazione di servizi ricevuta.

Il fornitore emette fattura con addebito dell’IVA, senza ricevere però la corresponsione dell’imposta da parte del cessionario o committente. In fattura occorre riportare l’annotazione “scissione dei pagamenti”, potendo indicare anche il relativo riferimento normativo (art. 17-ter del D.P.R. n. 633/1972).

NOVITA’ dal 14 luglio 2018: prestazioni soggette a ritenuta alla fonte
Il Decreto Legge del 12 luglio 2018, n. 87, modificando il DPR 633/1972 in materia di imposta sul valore aggiunto, ha escluso dall’ambito di applicazione della disciplina dello “split payment” le prestazioni di servizi rese ad Ancilab, i cui compensi sono assoggettati a ritenute alla fonte a titolo di imposta sul reddito ovvero a ritenuta a titolo di acconto di cui all’articolo 25 del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 600.

Reverse charge

Per deroga espressa, prevista dall’art. 17-ter del DPR 633/72, la disciplina dello “split payment” non si applica alle cessioni di beni e alle prestazioni di servizi per i quali è prevista l’applicazione del meccanismo dell’inversione contabile o “reverse charge”.